Il PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “TEATRO AURELIO” è giunto alla VI EDIZIONE. Sabato 14 aprile 2018 alle 16.00 presso il Teatro Aurelio di Roma (Largo S. Pio V) si terrà la premiazione degli scrittori e dei poeti riconosciuti meritevoli per le opere inedite presentate in gara nelle varie sezioni.
Per la sezione narrativa il “Premio Speciale della Giuria” è stato assegnato a “Lupi”, racconto di Anna Maria Funari che abbiamo avuto l’onore di leggere in anteprima immergendoci nella suggestione di un paesaggio imbiancato di neve, tra boschi di paesi lontani, dove un cacciatore e la sua guida indiana si imbattono in un lupo.
Al primo incontro con il lupo lo sparo del cacciatore fallisce, al secondo incontro soltanto il rituale magico – o sapiente – della guida indiana salverà sia il lupo che il cacciatore da attacchi reciproci e sicuramente mortali.
Un racconto che, con stile delicato, ripropone il tema, mai archiviato e sempre attuale, del rapporto uomo-natura nell’alone della saggezza degli antichi popoli, molto più capaci di noi contemporanei a positivizzarne gli esiti in virtù della conoscenza diretta del mondo degli animali e dell’ambiente. Ma il cacciatore e la guida non sono solo personaggi del racconto: sono simboli di modi contrapposti d’intendere la vita. Da un lato la volontà di predazione non finalizzata al nutrimento ma alla sopraffazione e dall’altro la volontà di preservazione degli equilibri naturali in un’interazione di rispetto che sembra appartenere a culture di altri tempi che avrebbero tutto il valore di essere riscoperte.
Complimenti, dunque, ad Anna Maria Funari per questo meritato “Premio Speciale della Giuria” al racconto “Lupi” che sarà ufficializzato sabato prossimo presso il Teatro Aurelio di Roma, ma anche per le sue precedenti opere tra le quali indubbiamente spicca il romanzo “L’isola dei graziati” edito da David and Matthaus nella collana DMTwins.
Per saperne di più sulla scrittrice e il suo mondo narrativo… www.annamariafunari.altervista.org

Commenti

commenti