Agli inizi degli anni cinquanta un francescano che agiva nella Piccola Pompei, Padre Egidio Imperatore, prese l’iniziativa di costruire una nuova casa per i confratelli. Dopo vari tentativi riuscì ad ottenere dal Comune un suolo scosceso tra Salita Arenella e Piazza Immacolata, dove, dopo un imponente sterramento, fu costruita in cemento armato una grossa struttura situata fra la Salita e la Piazza, la cui parte superiore costituisce la Chiesa dell’Immacolata… (*)

Nata così ed inaugurata nell’estate del 1964, la Chiesa dell’Immacolata rappresenta oggi un importante luogo di appuntamenti musicali di altissimo livello e anche quest’anno, in questa predisposizione che ormai possiamo definire tradizione, ha ospitato la rassegna Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli. Vespri d’organo” per la sua VII edizione, organizzata dall’Associazione Giovanni Maria Trabaci con la sapiente direzione artistica del maestro Mauro Castaldo.
Intensa e rigorosa è stata l’esibizione di Giovanni Picciafoco, organista titolare del Duomo di Nola, che ha esaltato le potenzialità dell’organo Mascioni con il Preludio e fuga in si minore BWV 544 di Johann Sebastian Bach e la Sonata n. 1, op. 10 à Monsieur Ch-M. Widor di Daniel Fleuret, e con un prezioso omaggio alla radice musicale napoletana interpretando il Preludio e Fuga in do maggiore di Vincenzo de Meglio, ma anche lo Scherzo, moderna composizione  dell’organista contemporaneo Graziano Fronzuto dedicata proprio al maestro Picciafoco.

Le Voci di Liber Exit, la Redazione.

Per saperne di più… Critica Classica

(*) da “Vomero, Storia e Storie” di Antonio La Gala, Guida Editori, 2004.

[fblike style=”standard” showfaces=”false” width=”450″ verb=”like” font=”arial”]

[fbshare type=”button”]

(tag: Rosanna Fronzuto)

Commenti

commenti